Questo argomento contiene 3 risposte, ha 2 partecipanti, ed è stato aggiornato da  marco 2 anni, 9 mesi fa.

  • Autore
    Articoli
  • #717

    marco
    Partecipante

    In 14 tappe ho percorso le 800 mn che separano Preveza(grecia) a Salivoli(toscana) a bordo della mia PANDELOS un Moody 30 del 1976.
    Una vera avventura, uno di quei viaggi che ti arricchiscono dentro e che condividerò volentieri con chiunque abbia voglia di saperne di più..

  • #779

    BlueWaterSail
    Amministratore del forum

    Grazie Marco per aver creato questa discussione !

  • #966

    BlueWaterSail
    Amministratore del forum

    Ciao Marco,
    raccontaci la traversata del canale di Otranto… mi hanno detto che c’era un po’ di mare vero? Altro che Golfo di Squillace che al marinaio non da pace. Otranto è Otranto, merita tutto il rispetto e la supremazia guardagnata nei secoli di burrasche.

  • #968

    marco
    Partecipante

    Hai detto proprio bene, attraversare il canale di Otranto è un vero terno al lotto. Non sai mai se le previsioni sono attendibili, il vento può girare da nord a sud con una frequenza casuale, ma come ho sentito dire spesso: il caso è la logica di Dio… E infatti li nel mezzo le preghiere partono spesso. Tutti atei in porto…
    Io l’ho vissuto così: partenza da Paleokastriza la mattina alle 5.30 con previsioni di 20 kn da nord e 1.5 m di onda. Pienamente rispettate fino a metà percorso con divertimento puro e la prua che solcava il mare a 7 kn. Poi l’imprevedibile diventa realtà, una prima raffica ci coglie impreparati e il boma finisce in acqua, Pandelos si raddrizza e arriva una seconda raffica, a questo giro ero pronto con la scotta in mano… il risultato è come prima, boma in acqua. L’ Incredulità regna a bordo. riduciamo le vele, il mare cresce il vento pure, nel giro di 7-8 minuti ci troviamo con onde di 3 metri e 40 kn di vento. Il divertimento è finito e sembra non esserci mai stato, iniziano le parole del silenzio, nessuno parla tutti pensano, fuori entrambi siamo delle rocce fredde e tranquille e dentro le domande sono sempre le solite: scafo di 40 anni.. reggerà? Le sartie…reggeranno? il motore..reggerà?
    La Puglia all’orizzonte sembrava non arrivare mai.. e invece dopo sei ore di patimento è arrivata e con lei la frase dell’ormeggiatore che posto come consiglio a tutti :”Ricordate ragazzi.. il canale è traditore!”
    Questo è solo un pezzetto del bellissimo viaggio che ho fatto con la stoica Pandelos, ogni viaggio ha la sua storia e con questo video provo a trasmettervi un po’ delle emozioni provate.
    Un salutone a tutti e BUON VENTO!

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.